EVENTI

ANIMAL EQUALITY PENSA ANCHE AGLI "ANIMALI UMANI"

Se si sfoglia un qualsiasi dizionario si trova il significato della parola "antispecismo". E' un movimento che si oppone allo specismo, rifiutando l’idea della superiorità della specie umana sulle altre specie animali e sostenendo che l’appartenenza a una specie non giustifica la pratica di disporre della vita e della libertà di un essere di un’altra specie. Ciò significa che la persona antispecista si occupa di tutte le specie animali compresa quella umana, attività che ben esplicita il nome stesso dell'organizzazione "Animal Equality - Uguaglianza Animale, tanto che promuove un importante evento in difesa della donna.

Animal Equality ha infatti il piacere di invitare tutti alla conferenza:

Le Donne e le Altre:

"Fertility Day e Specie Sorelle – Il controllo dei corpi e della riproduzione”.

La conferenza “Le Donne e le Altre” avrà luogo sabato 18 febbraio, presso la Casa Internazionale delle Donne, una delle realtà socio-culturali più prestigiose della Capitale, un'organizzazione storica e consolidata che accoglie le donne e le tematiche legate all'abolizione della discriminazione di sesso e di genere.

E' stata la campagna “Fertility Day”, lanciata a più riprese dal Ministro alla Salute, Beatrice Lorenzin, a dare lo spunto per questa discussione che collega il mondo umano a quello animale: è quindi questo ciò che pensano le Istituzioni del corpo delle donne? Un mezzo utilizzabile a tempo per riprodurre altri soggetti-consumatori, come la società consumista pretende?

La relazione con le femmine degli altri animali, rinchiuse negli allevamenti intensivi per produrre corpi consumabili, non poteva che scaturire spontaneamente e facilmente. Ne è sorta l’esigenza di approfondirne la discussione con alcune voci importanti del movimento per i diritti degli animali e di quello per i diritti delle donne.

In questa occasione, avremo il piacere di ascoltare le voci di due studiose di discriminazione:

 ANNALISA ZABONATI: psicologa clinica sociale, attivista del movimento animalista, per i diritti delle donne e dell’ambiente, co-fondatrice del Collettivo Anguane, componente del comitato di redazione della rivista di memorie delle donne “Dep – Donne, Esuli, Profughe” dell'Università Ca' Foscari di Venezia, componente della redazione di “Veganzetta”, periodico che tratta l’attivismo animalista dal punto di vista politico.

Annalisa Zabonati interverrà su: "La violenza su donne e animali nonumani, comuni denominatori"

L'intersezione è un termine che definisce l'intreccio dei sistemi di oppressione. Un'analisi che individua la mutualità nella e della costruzione sociale in cui gli attori sociali plasmano e sono plasmati nelle modalità oppressive di funzionamento dei gruppi. Interrelata all'intersezionalità è la matrice del dominio che fonda l'organizzazione del potere nella società. Due sono le caratteristiche della matrice: una è data dalla specificità dei sistemi di oppressione intersecati, e l'altra dall'organizzazione di questi sistemi di oppressione secondo quattro domini di potere interrelati: strutturale, disciplinare, egemonico, interpersonale”.

ANNAMARIA RIVERA: antropologa, scrittrice e attivista italiana è docente di etnologia e di antropologia sociale presso l'Università di Bari, editorialista per i quotidiani “Il Manifesto” e “Liberazione” oltre che collaboratrice di altri giornali; dirige inoltre la collana di ricerche Antropo-logiche della casa editrice Dedalo.

Annamaria Rivera interverrà su:Lo specismo come “modello” del sessismo e del razzismo

“Quando analizzi come agiscono i processi di reificazione degli "altri", non puoi non considerare la reificazione degli animali. E se analizzi la tendenza ad animalizzare gli umani "altri" che agisce nel razzismo, finisci per considerare la bestializzazione dei non umani che agisce nello specismo. [...] Non credo che le donne in quanto tali abbiano una speciale sensibilità, come si dice. Penso che sia anzitutto l'esperienza dell'essere dominate e spesso ridotte a oggetti che potrebbe portarle a comprendere la condizione degli animali non umani”
 

Nel corso della serata interverrà anche DANIELA POGGI, attrice e interprete di molti spettacoli, fiction e film di successo.  Da tempo sensibile alle tematiche per i diritti degli animali, fervida sostenitrice della causa  animalista e vegana lei stessa, in diverse occasioni ha contribuito alla diffusione delle campagne di Animal Equality, sostenendole come testimonial. Nel suo recente spettacolo “Anima Animale”, scritto e diretto da Luca De Bei con musiche originali di Francesco Verdinelli, dà vita ad un viaggio nel mondo dei sentimenti e delle emozioni degli animali attraverso racconti e testimonianze.

Per maggiori dettagli clicca QUI

Costo ingresso € 15, fino ad esaurimento posti. Alla fine della conferenza, rinfresco.

Per informazioni e prenotazioni, prego inviare un sms al 370 7122316.

Info da cominicato stampa ufficiale a cura di Iwy Ethical Communication and Pr - Milano.

Top