PRODOTTI

ATTIVAZIONE DI LEGUMI, CEREALI INTEGRALI E FRUTTA OLEOSA

Cari amici ed amiche di RadioVeg.it.

La saggezza degli antichi non finirà mai di stupirci. Ci sono pratiche antiche che ripetiamo frequentemente senza mai interrogarci sull’utilità, ed invece a tutto c’è un perché.

Ad esempio sapevate che alcuni cibi devono essere attivati prima di essere ingeriti?

Cosa si intende per attivazione?

Ci sono alimenti come i legumi, cereali integrali e frutta oleosa che sono molto ricchi di vitamine, proteine, fibre e minerali, ma se non trattati con questa tecnica possono causare infiammazione, problemi gastrici, senso di gonfiore e cattivo assorbimento dei nutrienti. La causa di questi disturbi è data dalla presenza di lectine e acido fitico, ovvero enzimi inibitori che impediscono l’assorbimento completo dei nutrienti e rendono difficile la digestione.

Dunque l’attivazione è un procedimento che prevede un particolare ammollo a cui segue una lenta asciugatura al sole.

Attraverso l’ammollo si estraggono gran parte di questi enzimi inibitori rendendo i cibi biodisponibili. Questo è il motivo per cui l’acqua dell’ammollo deve essere buttata prima di procedere alla preparazione della pietanza.

Se rimane una piccola quantità di acido fitico niente paura, secondo quanto riporta Mark Sisson piccolissime quantità di fitati (fino a 400mg al giorno) possono ridurre lo sviluppo di calcoli renali ed essere un efficace agente anti-cancro con la tendenza ad ignorare le cellule sane e concentrarsi solo sulle cellule cancerogene.

Interessante vero?

Se volete saperne di più non vi resta che ascoltarci: ATTIVAZIONE 1, ATTIVAZIONE 2.

Milano, 29.3.2016 – S.D.F.

Fonte dell’articolo: dionidream.com

Top