TENDENZE

CARMINA CAMPUS: ANCHE IN CASA FENDI LA MODA SI VESTE DI CONSAPEVOLEZZA

Carmina Campus: anche in Casa Fendi la moda si veste di  consapevolezza

Carmina Campus è il marchio di accessori moda e oggetti d’arredo creato nel 2006 da Ilaria Venturini Fendi: figlia di Anna, una delle cinque sorelle Fendi, e sorella di Silvia Venturini Fendi (Presidente di Altaroma e direttore creativo con Karl Lagerfeld della storica maison, per le linee uomo e accessori), Ilaria ha scelto di continuare a lavorare nel campo del fashion design, seguendo la tradizione di famiglia. Ma lo ha fatto, negli ultimi anni, in una chiave personalissima: Carmina Campus – che ha sede all’interno della sua affascinante azienda agricola, alle porte di Roma – nasce come progetto di creatività sostenibile e di ethical fashion, in risposta agli effetti dell’attuale crisi economica, ecologica e sociale. Il tutto passando attraverso la filosofia del "fatto a mano", l’eccellenza artigianale e la predilezione per la cultura del riuso.
Il know-how di Ilaria come designer di accessori di alta gamma – per anni è stata direttore creativo Accessori di Fendissime e shoe designer per Fendi – si coniuga così con la volontà di interpretare in maniera responsabile il mondo della moda, scegliendo solo materiali già esistenti o di scarto. A partire dal pvc ai tappeti antichi, dai copertoni di camion ai tubi di plastica, dagli scarti di ferramenta agli scampoli, dalle lattine di alluminio ai ritagli vintage di tessuti, fondi di magazzino o fine serie. Residui poveri, recuperati, riciclati e trasformati in oggetti unici, grazie a un design innovativo e una cura manifatturiera mutuata dalle produzioni di lusso.
A tutto questo si uniscono le attività di utilità sociale, tra cui il progetto speciale in Africa, svolto in collaborazione con l’International Trade Centre (ITC), agenzia congiunta delle Nazioni Unite e dell’Organizzazione Mondiale del Commercio attiva nella promozione del lavoro, della formazione professionale e della micro imprenditoria nei paesi africani: oltre ai semi lavorati per le borse made in Italy, il marchio produce una linea interamente realizzata in Africa con materiali locali.

Dopo il grande successo della collezione AI 2015 nata dalla collaborazione tra i due brand, Carmina Campus e Vibram presentano le nuove proposte per la primavera/estate 2016. Una collezione speciale che unisce il marchio di moda etica di accessori, gioielli ed elementi di arredo creato dall’intuizione della fashion designer Ilaria Venturini Fendi insieme a Vibram, azienda leader nel mondo nella produzione di suole in gomma ad alta prestazione destinate al mercato dell’Outdoor, del Lifestyle oltre che a quello Industrial e della Riparazione. Due realtà diverse con un obiettivo comune: rispettare l’ambiente e la terra che ci ospita grazie ad un modo diverso di pensare e produrre moda.

 

Ecco allora che nasce una collezione di borse uniche, comode e dal design sofisticato che si fa portavoce di un valore aggiunto preziosissimo: riciclare materiali destinati allo smaltimento, ottimizzandone l’impiego per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Create, prodotte e distribuite da Carmina Campus, le borse nascono, infatti, dal riutilizzo di fogli di gomma di scarto Vibram, trasformati in prodotti finiti.

I modelli includono shopping bag, postine e micro-postine, tote bag, handle bag con pattina e uno zaino. Intrecci laterali ed evidenti impunture dei bordi prendono invece vita grazie a lacci di scarpe colorati, che in due modelli di shopping servono a legare i piccoli ritagli di gomma sagomata che costituiscono la struttura della borsa. Le “bave” di lavorazione, ovvero l’eccesso della gomma Vibram utilizzata per le suole, diventano decori delle shopping da portare sotto braccio. Così come i tipici chiodini delle suole vengono incastonati in forme metalliche che diventano decori su manici e pattine.

Inoltre, alcuni modelli di borse sono stati realizzati con lastre di Ecostep, mescola esclusiva Vibram con un caratteristico effetto puntinato multicolore, utilizzata nelle quattro tonalità base del ghiaccio, nero, miele e blu. Introdotto sul mercato oltre quindici anni fa e realizzato con scarti di produzione, in grado di ridurre i rifiuti e l’uso di materiali vergini fino al 30%, Vibram Ecostep è un materiale tecnico ed ecologico di altissima qualità da oggi utilizzato da Carmina Campus anche per produrre borse cruelty-free. Un nuovo modo quindi di concepire la moda, con uno sguardo rivolto al rispetto della vita e del pianeta. 

Top