ASSOCIAZIONI

COMPLIMENTI A NALA

Dove sono i macelli? Dove sono gli allevamenti intensivi? A volte sembrano entità astratte, che esistono ma di fatto nessuno riesce a vedere. C'è una logica dietro la scelta di collocare queste realtà in zone inurbane, lontane dalla tranquillità del quotidiano. se non si vedono, in qualche modo non esistono. Anche per questa ragione facciamo molti complimenti a Nala (Nuova Associazione Liberazione Animale) che ha scelto di promuovere una campagna di sensibilizzazione sugli autobus di Genova, in un luogo popolare e visibile da tutti.

La campagna sarà visibile fino a gennaio del 2018  e dietro questa scelta ci sono chiare motivazioni: «Abbiamo scelto messaggi brevi ma forti che siamo convinti non lasceranno indifferenti i nostri spettatori. Non vedrete nessuno slogan urlato come “go vegan” o  “abbasso la carne” - ha spiegato a genova Today l’associazione Nala - il focus è tutto sugli animali, sui loro volti, i loro sguardi. Vogliamo che i protagonisti, per una volta, non siano i vegetariani o i vegani ma bensì le vere vittime di questo sistema».  

Due le immagini scelte da Nala:  una legata al tema dell’industria della carne e l’altra a quella del latte. La prima ritrae un maiale stivato in un camion corredato da una citazione di Lev Tolstoj "Se i macelli avessero le pareti di vetro, saremmo tutti vegetariani"; la seconda ritrae invece un vitello con la frase "Il latte che bevi era per me".

Davvero un bel gesto, amici dell'associazione Nala, complimenti per questa iniziativa.

RV/Ott 17

 

Top