ASSOCIAZIONI

GLI ANIMALI, COME DOVREBBERO ESSERE

Riceviamo e con grande piacere, pubblichiamo.

Un’ oasi di pace lontana dalle strade immersa nelle campagne ferraresi, un rifugio per animali salvati dai maltrattamenti, allevamenti e mattatoi. Tanti alberi da frutto, salici ombrosi e i prodotti dell’orto senza trattamenti chimici per diffondere un messaggio di rispetto per animali e ambiente.

Stefania Corradini responsabile LEAL sezione Ferrara spiega:“Abbiamo aperto proprio in questi giorni la Fattoria “L’ Arca” al pubblico. Questo progetto nato dall’impegno di Lella e Gaetano è sostenuto e patrocinato da LEAL. Lo riteniamo uno dei modi più efficaci per diffondere la cultura del rispetto nei confronti di ogni specie animale e la scelta vegana. In questo paradiso i visitatori possono avvicinare gli animali e capire come tutti siano speciali, senzienti e abbiano diritto a una vita libera e dignitosa.”

La fattoria si trova a Jolanda di Savoia, in una posizione privilegiata in mezzo alle campagne ferraresi. Una incantevole realtà rurale lontana dal traffico e dai centri abitati. Qui sono ospitati animali salvati dal mattatoio, da allevamenti intensivi, maltrattamento e abbandono: pony, conigli, galli e galline, maiali vietnamiti, pecore e caprette, 10 cani, 20 gatti, una volpe e delle tartarughe. Tutti questi animali riscattati da pericoli e indifferenza sono ospiti amati che vivono liberi, curati e accuditi per tutta la loro vita.

Cliccate qui per ascoltare in diretta RadioVeg.it

Tra loro ci sono degli animali che sono dei veri e propri personaggi: il cane Dino ha vissuto per nove lunghi e terribili anni nel canile di Palermo in un box senza riparo ed ora si rotola nell’erba e ha tante attenzioni, la capretta Anima, resa disabile da un involontario calcio sferratole da un cavallo, ora si gode le passeggiate e la compagnia dei suoi simili grazie ad un carrellino costruito appositamente per lei, poi c’è la maialina Peppa che insaziabile di coccole e bocconcini e non diserta mai le occasioni conviviali! Così come tutti gli altri animali che assaporano la libertà dopo una vita trascorsa in condizioni estreme. Gaetano ha anche realizzato uno splendido laghetto per ospitare i pesci di cui qualcuno si è voluto liberare e che ora nuotano sul fondo o a pelo d’acqua sotto le ninfee, le cascatelle e gli arricchimenti che rendono questo specchio d’acqua una piccola meraviglia. Sotto il salice grande sono sistemati l’amaca e un tavolone dove durante la bella stagione si radunano gli ospiti per chiacchierare davanti ad un panorama rilassante e assaggiare i prodotti dell’orto.

Lo spazio della Fattoria è davvero esteso, i tanti fiori, le piante di camomilla, i banani, il melograno, la vigna con uva dolcissima, e tante varietà di verdure coltivate con passione e senza alcun additivo chimico da Gaetano garantiscono bontà e profumi ad ogni pasto.

Chi ama gli animali, la natura, la pace e la semplicità può venire alla Fattoria “L’Arca” per una visita guidata previo appuntamento. Potrete godere della compagnia di Lella e Gaetano e dei numerosi amici animali; ingresso con offerta libera, con omaggio di alcuni prodotti stagionali dell’orto. Prenotazione al numero 3388852228 per visite tutto l'anno.

Cliccate qui per ascoltare in diretta RadioVeg.it
Foto: Leal Lega Antivivisezionista

RV / Ago 18

Top