ANIMALI

I SUPER POTERI DEGLI ANIMALI

Avete qualche animale in casa? Vi siete mai soffermati a guardare cosa fanno i vostri “coinquilini”?

Quanto poco ancora li conosciamo! Magari hanno comportamenti o reazioni incomprensibili e pensiamo che ci sia qualche cosa che non va in loro, e invece possono essere delle reazioni a qualche cosa che noi non captiamo perché, diciamocelo, gli animali hanno qualche marcia in più.. hanno dei veri e propri “sensi bestiali”,  come quelli che ci illustra il sito focus junior.it.

Si, perché alcune specie di animali hanno capacità davvero strabilianti che noi esseri umani non abbiamo, ad esempio l’Aquila riesce a vedere un coniglio in movimento a 3 km di distanza, mentre il   Falco Pescatore: riesce a vedere un salmone in acqua a 30 metri d'altezza.

I pipistrelli, padroni della notte, si orientano nel buio grazie all'ecolocalizzazione; emettono suoni rapidi ad alta frequenza e colgono il modo in cui questi suoni rimbalzano sugli oggetti. In tal modo costruiscono una sorta di immagine sonora del luogo in cui sono e, con questo sistema, possono catturare 2 mosche al secondo. 

L'orso polare capta l'odore di una foca morta a 20 km di distanza e il maschio della Falena Pavonia Minore sente l'odore di una femmina a 11 km di distanza. 
La Falena Notturna, invece, ha qualche dote in più, per così dire, nell’udito, infatti capta suoni di 240.000 hertz. Una frequenza 10 volte più alta degli esseri umani. 
Anche gli elefanti se la cavano piuttosto bene con i rumori, visto che sentono suoni con una frequenza di 1 Hertz, così bassi che gli esseri umani possono avvertirli solo come una vibrazione molto lenta.
Gli Scarafaggi, che, diciamocelo, ci fanno un po’ ribrezzo, possono captare con le antenne un movimento 2000 volte inferiore al diametro di un atomo di idrogeno. Per captarlo noi avremmo bisogno di un telescopio potentissimo! 
Le api invece come fanno ad orientarsi?  Riescono a farlo grazie a cristalli di ferro magnetico che hanno sul ventre, e percepiscono i cambiamenti dei campi magnetici sulla Terra, mentre le Api mellifere  danzano nel buio dell'alveare e le altre api captano il loro movimento con le antenne.

Alla fin fine dobbiamo proprio fidarci degli animali, dobbiamo imparare di nuovo, come i nostri antenati, a vivere più in sintonia con loro e capire il loro linguaggio perché quando ci sembrano “strani” di sicuro qualche cosa di anomalo sta per accadere e allora meglio stare all’erta!

Fonte: http://goo.gl/MMK4F9

Milano, 03/06/2016 -  GC

Top