ANIMALI

IN UFFICIO CON I GATTI

Chi non vorrebbe avere un gatto sul posto di lavoro? 

Questo accade in Giappone, precisamente per i dipendenti di un'azienda che si occupa di siti web e applicazioni; stare alla scrivania mentre gli amati felini si accoccolano sulle gambe non è più solo un sogno.

La società ospita, dopo averli salvati, nove adorabili gatti e li ha autorizzati a vagare liberamente per l'ufficio anche durante gli orari di lavoro.

Naturalmente, tra fili, documenti, monitor e tastiere il divertimento per i gatti è assicurato e non c’è bisogno di dire che movimentano le giornate lavorative. Spengono computer, masticano i cavi LAN, graffiano i muri, strappano carte, cambiano accidentalmente password passando sulle tastiere in cerca di coccole e dormono sui tavoli nel bel mezzo delle riunioni. Ovviamente tutto questo fa parte del gioco ed è parte integrante della convivenza con i mici.

I dipendenti non hanno dubbi: nonostante questi piccoli 'inconvenienti', i gatti hanno portato tantissimi benefici. Oltre alla riduzione dello stress, è decisamente migliorato il rapporto tra colleghi, dal momento che i gatti sono un argomento comune e porta ad una maggiore  condivisione.

Per la Ferray Corporation, le politiche pro-pet non finiscono con i nove gatti dell'ufficio. I dipendenti hanno la possibilità di portarsi appresso i propri animali. E se i dipendenti non hanno un animale domestico, allora l'azienda paga 5000 yen al mese (circa 42 dollari) per un "bonus cat" a chi adotta un gatto che ha bisogno di una casa.

Milano, 3/05/2016 - GC


            


            

 

 

Top