ASSOCIAZIONI

INNOVET PREMIA GAIA

Un bellissimo regalo postumo di Natale è arrivato al Rifugio Baratieri di Arzago d’Adda (Bg) dove Innovet, azienda italiana di veterinary innovation, ha consegnato ai volontari di Gaia Animali & Ambiente un assegno equivalente a 3928 buoni-pasto da 1 euro: frutto della collaborazione per l’iniziativa “Calendario dell’Avvento Innovet 2016”.

Con il semplice gesto di scoprire, giorno dopo giorno, le 25 finestrelle del Calendario dell’Avvento online 2016 di Innovet e Gaia, ben 3928 persone hanno permesso di donare altrettanti buoni pasto per il sostentamento di cani e gatti accuditi in rifugio da Gaia, Diamoci La Zampa e Mondo Gatto oltre a rendere possibile permettere a l’adozione di 13 animali.

Come ha spiegato il Ceo di Innovet Renato della Valle; “L’iniziativa di solidarietà Calendario dell’Avvento ha coinvolto 6382 utenti per un totale di 121.090 finestrelle aperte nel periodo a ridosso del Natale e ha riscosso 18.000 tra condivisioni e “Mi piace” su Facebook, registrando 130.000 accessi al sito dedicato all’iniziativa”.

 “Grazie a questa iniziativa”, ha detto il presidente di Gaia Edgar Meyer, “hanno anche trovato amore e famiglia 7 cani e 6 gatti. Possiamo così ricordare con il sorriso le storie a lieto fine di Kelby e Tea, salvati rispettivamente dalle “perreras” spagnole e dal vagabondaggio sardo; di Zeus e Ricky, abbandonati per l’arrivo di un neonato e la morte del proprietario; di Pluto e Lisa scartati dagli allevatori perché non più “produttivi”; e del grande Eros, sopravvissuto ad incredibili traversie nella speranza di trovare anche lui un pizzico di fortuna. E sono anche le storie di Zoe, Bianca & Bernie, Leo, Figaro e Ciro, gattini dolcissimi e coccolosi che, grazie al Calendario Innovet, possono ora giocare e fare le fusa circondati dal calore di una casa e di una famiglia”, ha concluso Meyer.

Alla consegna dell’assegno era presente anche l’on. Michela Vittoria Brambilla. “Il randagismo è una piaga intollerabile, l’adozione la risposta migliore che possiamo dare”, ha ricordato l’on Brambilla. “Aprire la porta di casa ad un amico a quattro zampe”, ha sottolineato l’on. Brambilla, “è una decisione importante, che comporta un’assunzione di responsabilità. Ma sarà ancora più bella e significativa se restituirà il calore dell’affetto ad un animale che l’ha perduto o lo donerà ad un animale che non l’ha mai conosciuto. E’ sempre meglio andare in un rifugio, dove tanti cani o gatti sfortunati aspettano la loro chance e farsi “scegliere” dal nuovo compagno di vita, invece di acquistare un cucciolo, magari a prezzo elevato e in alcuni casi senza reali garanzie sulla sua provenienza e la sua salute”.

L’ex ministro ha anche ringraziato i responsabili della Fondazione Baratieri (che ospita i trovatelli di Gaia e Diamoci La Zampa in attesa di adozione) per l’elevatissimo tasso di adozioni e il livello dei servizi offerti agli animali del rifugio, una struttura immersa nel verde, dove lavorano volontari motivati e qualificati: “Una vera e propria eccellenza italiana”, ha concluso l’on. Brambilla, “un esempio da imitare”.

Info da comunicato stampa ufficiale  a cura di Silvia Premoli - VeganOk animalpress

Top