LIBRI

LA FOOD REVOLUTION

LA FOOD REVOLUTION

Autore John Robbins

Editore: SONDA, 2015 – Traduzione di: Maria Teresa Sirna

Con il tono diretto di chi si mette in gioco con i lettori, partendo dall’esperienza personale, ma anche da documenti, dichiarazioni e dati ufficiali, John Robbins snocciola tutti i dilemmi che si sono accumulati, negli ultimi vent’anni intorno alla correlazione tra le malattie di oggi, quelle cosiddette del «benessere» (malattie cardiocircolatorie, tumori, ipertensione) e l’alimentazione, tra le modalità di allevamento intensivo e il depauperamento del suolo, lo spreco d’acqua, l’inquinamento e il surriscaldamento della Terra. Resta centrale la dimensione etica, rispetto alla quale Robbins registra la degenerazione disumana della moderna produzione della carne che ha fatto aumentare a dismisura, in una escalation senza freno apparente, il numero di animali maltrattati e abusati, ridotti a mera fonte di guadagno e che ha spezzato incontrovertibilmente il patto di alleanza con la natura stessa, tra gli uomini e gli animali. Un testo illuminante che alza il velo su verità troppo a lungo nascoste dall’industria della carne e da una certa informazione controllata da chi ha troppi interessi perché la verità possa affermarsi. Nelle pagine di questo libro serpeggia un dubbio legittimo: se più di vent’anni fa ricercatori e scienziati avevano segnalato l’alimentazione vegetale come la migliore prevenzione delle principali «malattie del benessere», perché abbiamo atteso tanto per riconoscere che il nostro consumo di carne è cancerogeno e dannoso per la salute?   La Food Revolution è il libro più esauriente mai scritto sulla stato di salute dell’uomo occidentale e del Pianeta. Una testimonianza che mostra l’impatto devastante che il consumo di prodotti animali provoca sulla Terra e sui suoi abitanti, umani e non. 

ANTEPRIMA DEL LIBRO " LA FOOD REVOLUTION"

"Fino a non molto tempo fa, i cibi biologici potevano essere acquistati solo in negozi specializzati. Fino a non molto tempo fa, coloro che mangiavano cibo sano, amico dell’ambiente e che non si era macchiato di sofferenze sugli animali, erano considerati maniaci della salute, mentre coloro che mangiavano cibo nocivo, che prosciugava senza ritegno le risorse planetarie di base ed era il risultato di atroci sofferenze animali, erano considerati normali. Ma tutto questo sta cambiando.

La rivoluzione che stravolge il nostro rapporto con il cibo e con il mondo, credo, è parte di un imperativo storico. Ecco cosa succede quando lo spirito umano si mette in moto.  Oggi, milioni di persone si rifiutano di comprare vestiti e scarpe prodotti da fabbriche sfruttatrici e cercano di avere uno stile di vita più sano e rispettoso del pianeta.

Non credo che siamo consumatori isolati, estranei a ciò che ci ha dato la vita e condannati a rovinare irrimediabilmente tutto quello che ci offre la Terra. Credo che siamo esseri umani, imperfetti ma pronti a migliorare, esseri umani che commettono errori ma che cercano di rimediarvi con il buon senso, talvolta ignoranti ma, nonostante tutto, desiderosi di imparare a rispettare se stessi, gli altri e l’intera comunità mondiale.

Quando osservo l’ambiente che mi circonda, vedo le forze che ci trascinano alla distruzione. Vedo l’oscurità fitta di una crudeltà e di una cecità inconcepibili. Ma se osservo i cuori umani, allora vedo il sentimento, qualcosa che è disposto a lottare e risplende

dall’universo buio come un faro accecante. E, nel fulgore di quella luce, sento i sogni e le preghiere di tutte le creature. Nel fulgore di quel faro, sento tutte le nostre speranze per un futuro migliore e la forza che ci permetterà di realizzarlo".

Acquista: http://www.sonda.it/Catalogo/Libri/7-529/La-FOOD-Revolution/

Top