PERSONE

LA MILANO SANREMO DI MICHELE

Bianchi, pallidi, denutriti. No, lo stereotipo del vegano sofferente proprio non si addice a Michele Bernasconi, ultrarunner vegano svizzero che ha aggiunto al proprio medagliere di record anche la maratona Milano Sanremo, ovvero 285 km corsi in 47 ore filate. E le proteine, dove le prendi Michele? Ci sembra già di sentire un'eco lontana di queste domande intelligenti che, ahinoi, continuano a riempire le bocche di chi non sa. E quindi parla.

Ha parlato anche Michele - in questo caso, lui sa - raccontandosi in un'intervista al sito TicinoNews.ch ed è un'intervista che vi invitiamo a leggere con attenzione. Dice Matteo: "Negli ultimi anni, il mondo è cambiato in maniera così veloce, per cui, chi non é disposto ad evolversi, rischia di perdersi. Per taluni, la scienza dell'alimentazione si è fermata a 50 anni fa. Peccato che numerosi ricercatori hanno invece dimostrato che non solo l'alimentazione vegana è sostenibile, ma, addirittura consigliata per ripristinare un'ottimale forma fisica e salutistica sul lungo periodo. Possiamo infatti notare come sempre più sportivi d'élite stiano abbracciando questa alimentazione. Il mio consiglio è di non aspettare che siano gli altri a scegliere per voi, ma informatevi e prendete per mano la vostra vita, la vostra salute e gli animali vi ringrazieranno."

Gran belle parole, Matteo, che fanno davvero onore ai tuoi 37 anni, vissuti davvero di corsa e con consapevolezza.

Cliccate qui per leggere l'intervista integrale apparsa su Ticinonews.ch.
Cliccate qui per ascoltare in diretta RadioVeg.it
Cliccate qui per leggere il racconto di Michele sulla Milano Sanremo.
Fotografie: Facebook

RV / Mag 18

Top