LIBRI

LE RICETTE DELL'ENERGIA

LE RICETTE DELL'ENERGIA

Autori: Laura Fiandra e Marina Pucello

Ananda Edizioni

“Voglio scrivere un libro che trasmetta tutta la gioia per la mia scelta etica e per il mio cibo vibrante. Voglio un libro che sia un viaggio, un viaggio nell’amore, nel divertimento, nel colore, nell’energia, nella salute: perché questo è per me il crudismo. Tutti noi vorremmo lasciare ai nostri figli, ai nostri nipoti, a tutti, un mondo migliore: più ricco di gentilezza, di sorrisi, di giustizia.

Vorrei fosse un libro dedicato ai più deboli, per essere la voce di chi non ce l’ha; dedicato a chi è in cammino; a chi è ancora nel torpore perché ha paura del cambiamento; a chi cerca un nuovo significato da dare alla propria vita; a chi ha già trovato questo nuovo scopo e ha l’anima più leggera e felice. Lo scriverò”. Scrive Laura Fiandra nell’introduzione al libro: detto fatto. 

Laura Fiandra e Marina Pucello, chef e insegnanti di Naturalmente Crudo, presentano la loro seconda opera libraria dedicata alla comune passione: la cucina vegana, soprattutto crudista. Il libro, che si legge come un romanzo appassionato e appassionante, fa, nei primi capitoli, una giusta carrellata di argomenti fondamentali. Tra questi: ‘perché essere vegani?’, ‘la scelta crudista’, fino ad introdurre e presentare le proprietà salutistiche dei cibi vegetali trattati con le tecnice della cucina vegano-crudista, o, come è riconosciuta a livello mondiale, raw-vegan.

Per Laura e Marina le ragioni salutistiche si legano indissolubilmente a quelle etiche, rafforzandosi a vicenda. Questa consapevolezza le ha indirizzate verso la scelta vegana, sia alimentare che di vita vera e propria. Il loro entusiasmo e vitalità non potevano che alimentarsi con cibi il cui flusso energetico fosse vivo. Di conseguenza ogni tipo di “cibo morto” (animale e derivati) è bandito da questa tavola ricca di colori, vitalità e armonia cosmica.

Il libro si arricchisce di una dettagliata sezione dedicata alla “Giornata crudista”, dove vengono illustrati gli arnesi del cuoco crudista, la “dispensa”, cioè i must-have di un tinello raw-vegan, insieme agli ingredienti fondamentali, fino ai diversi metodi di cottura (soft, sotto i 42°) che non eliminano i preziosi enzimi, la vitalità del cibo, e che anzi ci assicurano il migliore benessere possibile da ciò che mangiamo. Il libro si completa di 140 ricette, crude e cotte, per vivere con più vitalità, come suggerisce lo stesso sottotitolo.

Riproduciamo integralmente qui di seguito la prefazione di Tullio Solenghi, attore e marito di Laura a LE RICETTE DELL’ENERGIA.

Esiste una letteratura infinita sulla riuscita di un rapporto matrimoniale: sul tema si sono espressi grandi psicologi, sociologi, opinionisti e pure qualche alto prelato. Io posso semplicemente testimoniare che il segreto di quaran-

tadue anni di felice matrimonio con la mia Laura sono stati frutto principalmente di amore, intelligenza e condivisione. Quest’ultima stava per subire un duro colpo anni fa, quando Laura da un giorno all’altro, pur con una decisione maturata nel tempo, mi comunicò che non avrebbe più tollerato che in casa nostra si cucinasse alcun animale, e sopportato con molte riserve chi li mangiava attorno a lei. Per un carnivoro praticante come il sottoscritto, si prospettò un dilemma non da poco: continuare per conto mio senza colpo ferire o, in nome della condivisione di cui sopra, affacciarmi a curiosare nel nuovo mondo della mia dolce metà? Mi colpì subito la componente etica di questa sua scelta. Complice anche il nostro adorato Joker, un labrador considerato da sempre il maschietto di casa, realizzai che, fino ad allora, avevo inconsciamente discriminato gli animali di serie B, quelli con cui mi cibavo, dagli animali di serie A, quelli domestici come appunto il nostro quat- trozampe. Il passo successivo riguardò l’aspetto della salute, che usciva vittoriosa e rinvigorita dall’abolizione di cibi di origine animale e derivati. Così, dopo qualche resistenza, qualche ironia di troppo, qualche nostalgia dei cibi del passato, feci anch’io il gran passo e oggi, a ormai sei anni di distanza, ne sono orgogliosamente fiero e riconosco alla mia Laura il ruolo di preziosa mentore. La nostra condivi- sione, ricucito quel possibile strappo, ha ripreso a farci saldamente navigare verso i prossimi quarantatré anni sempre insieme. Sarebbe però riduttivo attribuire a Laura solo questo ruolo. Il suo percorso da allora è stato prodigioso: con la passio- ne che sempre la contraddistingue, coniugata allo studio e alla determinazione, è diventata via via una grande esperta di alimentazione e, sperimentandosi poi sul campo, anche una valente chef vegano-crudista. Questo libro, scritto con la sua preziosa amica e complice Marina, è l’ennesimo frutto del suo magico percorso, al quale ho avuto il privilegio di partecipare, parallelamente, come compagno di vita, come “allievo” e anche come suo primo, entusiasta, incrollabile fan.”

Info da UFFICIO STAMPA:

Pompea Gualano                                             
Iwy Ethical Communication and Pr – Milano                 
pgualano@iwyworld.com

Top