TENDENZE

POKEMON GO O POKEMON NO?

I primi tempi che si vedevano in giro persone o gruppi di persone, sorprendentemente di tutte le età, con lo sguardo fisso sullo schermo del cellulare sembrava strano che tutti in contemporanea ricevessero messaggi così tanto importanti da tenerli incollati al telefonino, poi anche i meno teconologici hanno scoperto che la causa di questa strana attitudine si chiama Pokémon GO, un videogioco, scaricabile tramite app, basato sui famosi animaletti giapponesi che alla fine degli anni ‘90 hanno appassionato bambini e ragazzi con cartoni animati e giochi per il Gameboy. Il gioco permette ai giocatori di trasformarsi in allenatori di Pokémon virtuali e di mettersi a caccia di Pokémon disseminati nel mondo reale. Lo scopo del gioco è quindi di compiere tutte le azioni di un allenatore, dalla cattura dei Pokémon fino al combattimento nelle palestre.

Fermo restando che parlare di "cattura" e di "combattimenti" dovrebbe far sobbalzare qualsiasi persona, di certo indispettisce chi ha fatto la scelta di vivere in modo etico e rispettoso visto che i messaggi, neanche troppo subliminali, di questa diavoleria sono tutt'altro che formativi ed educativi, a partire dal fatto che una persona è talmente assorta nel gioco da arrivare ad eludere anche le più basiche norme civiche, sociali e civili. Ma non è di questo che vogliamo parlare. 

Abbiamo trovato sul sito www.unionesarda.it/ una notizia secondo la quale in India il gioco Pokémon GO è già finito in tribunale a seguito dell'intervento di milioni di vegani.

L'avvocato indiano che ha firmato il ricorso si chiama Nachiket Dave e ha spiegato che le uova non sono cibo vegetariano e quindi non possono essere posizionate, seppur virtualmente, in un tempio poiché la loro presenza viene considerata blasfema per gli induisti e per i seguaci del giainismo che, come sappiamo, seguono una filosofia vegan-animalista. Pare dunque che la Corte suprema di Gujarat abbia chiesto al governo di vietare il gioco e i magistrati hanno espressamente domandato all'azienda produttrice, la Niantic Inc., di rispondere alle accuse. 

Staremo a vedere come va a finire la faccenda, intanto il sito www.diregiovani.it/ parla già una inesorable e inarrestabile corsa verso la fine di questo gioco.

Immagini: youtube.com e messaggimania.it 

Milano, 08/09/2016 - GC

 

Top