RICETTE

RAVIOLI AL RADICCHIO DI TREVISO IGP

Ravioli al radicchio di Treviso IGP ripieni di ricotta, mandorle, liquirizia

  • Per 4 persone:
  • Difficoltà: media
  • Tempo di preparazione: 45 minuti
  • Tempo di cottura: 10 minuti
  • Tempo di riposo: 30 minuti
  •  
  • Ingredienti:
  • per la pasta al radicchio:
  • 120 g di radicchio di Treviso IGP
  • 1 uovo
  • 200 g di farina 0
  • 50-70 g di semola rimacinata di grano duro
  •  
  • per il ripieno:
  • 250 g di ricotta vaccina
  • 40 g di mandorle tritate
  • Sale e peppe
  • polvere di liquirizia a piacere
  • 1-2 cucchiai di pangrattato
  •  
  • per condire:
  • burro qb
  • 40 g di noci tostate tritate
  • 2 foglie di salvia
  • pepe

 

Mondate il radicchio di Treviso IGP e tritatelo finemente nel mixer. Non devono risultare frammenti troppo grandi o la sfoglia potrebbe rompersi. Trasferitelo in una ciotola, unite le farine e l’uovo, quindi impastate (a mano o con la planetaria) fino ad ottenere un composto omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola alimentare e fatelo riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.

Nel frattempo preparate il ripieno: in una ciotola riducete in crema la ricotta e mescolatela con le mandorle tritate, la polvere di liquirizia e aggiustate di sale e pepe. Sistemate la consistenza con il pangrattato tenendo presente che il composto non dovrà risultare troppo umido.

Stendete la pasta con il mattarello su una spianatoia infarinata in una sfoglia mediamente sottile. Aiutandovi con un cucchiaio formate tante noci di ripieno distanziandole in maniera regolare. Ricoprite con un secondo lembo di sfoglia e formate i ravioli con un coppapasta di 6 centimetri. A mano a mano adagiateli su un vassoio ricoperto con un canovaccio infarinato.

Cuoceteli in acqua bollente salata, scolateli con un mestolo forato e trasferiteli in una capiente padella in cui avrete fatto sciogliere il burro aromatizzato con il rosmarino. Trasferite nei piatti da portata, completate con le mandorle a lamelle e una generosa spolverata di pepe. Servite subito.

 

Scopri di più sui radicchi di Treviso e di Castelfranco IGP su:  www.aop-igp.eu

 

CAMPAGNA FINANZIATA CON IL CONTRIBUTO DELL’UNIONE EUROPEA, ITALIA, FRANCIA, SPAGNA E IL CONSORZIO  TUTELA RADICCHIO ROSSO DI TREVISO E RADICCHIO VARIEGATO DI CASTELFRANCO IGP

Top