LIBRI

LE TRE ECOLOGIE

LE TRE ECOLOGIE

Autore: Félix Guattari

Sonda Editore 

Cambiamenti climatici, inquinamento, disastri ambientali, disuguaglianze, conflitti: l’ecologia è un’emergenza che si fa sempre più allarmante. Per cambiare davvero le cose, l’ecologia deve diventare «ecosofia» etico-politica, cioè occuparsi non solo dell’ambiente, ma anche dei rapporti sociali e della soggettività umana.
Il nuovo paradigma delle «Tre ecologie» elaborato da Félix Guattari ribalta la concezione antropologica dell’uomo al centro del mondo,  e propone un’autentica rivoluzione politica, sociale e culturale, mirata a cambiare definitivamente sia i modelli di produzione su scala globale, che la sensibilità collettiva.

Franco La Cecla introduce una quarta dimensione: quella della «pornoecologia», che ci porta  a scambiare la realtà con una realtà artificiale, un’illusione ancora più diffusa e pericolosa nel mondo virtuale dei social media. L’antidoto a questa illusione è riconoscere  la «realtà» della Natura, di cui tutti noi facciamo parte. 

Guattari Félix

Félix Guattari (Villeneuve-les-Sablons, 1930-Parigi, 1992) è nato da famiglia di origine corsa. Nella sua formazione sono importanti gli studi biologici non meno che quelli psicologici e filosofici. Negli anni Cinquanta e Sessanta milita nell’organizzazione gauchista La Voix Ouvrière. Diviene psicanalista e svolge la propria attività nella clinica di La Borde, diretta da Jean Oury. Nel suo lavoro a La Borde prende forma la pratica di psicoterapia istituzionale schizoanalitica, che costituisce una delle formulazioni più interessanti del filone antipsichiatrico. Della sua pratica psicoterapeutica legata all’azione sociale e politica è testimonianza il libro Una tomba per Edipo, (Mimemis, 2012. Titolo francese: Psychoanalyse et trasversalité). Nel corso degli anni Settanta inizia la sua collaborazione teorica con Gilles Deleuze, che prende forma nei due volumi di Capitalismo e schizofrenia. Si occupa della solidarietà con i perseguitati politici di vari Paesi europei ed extraeuropei. Testimonianza di questo suo impegno è l’azione nel Centre d’initiative pour de nouveaux espaces de liberté (CINEL), nonché le numerose pubblicazioni di critica politica ed ecologica Plan sur la planète (Piano sul pianeta, Ombre Corte, 2002).

Per ascoltare la radio clicca QUI.

Milano, 29/5/2019 - GC

Top